Home page - Questo blog si è trasferito su Crisi dopo la crisi http://crisidopolacrisi.blogspot.it/ resta ancora provvisoriamente aperto per notizie e collegamenti ad altri blog

mercoledì 28 gennaio 2015

giovedì 22 gennaio 2015

domenica 18 gennaio 2015

Lettera sulla società espulsiva

La lettera di 4 insegnanti della periferia di Parigi Seine-Saint-Denis
«Noi siamo Charlie. Ma siamo anche i genitori dei tre assassini»

venerdì 16 gennaio 2015

Il Papa, la satira e gli altri

Ieri 15 gennaio 2015, il Papa, rispondendo a una domanda dei giornalisti sui fatti di Parigi, ha condannato chi uccide in nome di Dio ed ha anche detto che le religioni vanno rispettate e che non si può con la satira giocare sulla fede degli altri.

lunedì 12 gennaio 2015

Parigi: due foto e un tentativo di descrizione

Parigi 11 gennaio 2015: due foto e un tentativo di descrizione. Le due foto non le inserisco, non ho
alcuna licenza per farlo e rispetto il copyright, ma le posso ben descrivere ….
http://crisidopolacrisi.blogspot.it/2015/01/parigi-due-foto-e-un-tentativo-di.html

venerdì 9 gennaio 2015

giovedì 8 gennaio 2015

Io sono Charlie

Come si fa a parlare con chi è contro la libertà di parola? Forse qualcuno tra tanti capirà? Dio, il creatore del cielo e della terra e di tutti gli esseri viventi, non può offendersi per una vignetta, può riderci sopra; ma sicuramente è rimasto addolorato per l’uccisione di 12 uomini.
Charlie


Immagine: vignetta di Schutz,  Charlie Brown piange seduto su una panchina

martedì 30 dicembre 2014

Due atroci incidenti e un solo dubbio

Nessuna immagine è associata a questo post, i telegiornali ne hanno date già tante e angoscianti.
Due atroci incidenti e un solo dubbio. Si investe in sicurezza?

lunedì 22 dicembre 2014

Buon Natale

Buon Natale
a chi sta passando da questo blog
Buon Natale, da parte di un agnostico come me, può essere visto come  rispetto delle feste degli altri, ma non è solo questo.   Il Natale è una festa cristiana, su questo non ci sono dubbi, si celebra la nascita di un uomo che si disse figlio di Dio, e che è stato Dio per più di duemila anni per una cospicua parte degli uomini che si dicono cristiani; eppure il Natale  ha un particolare fascino e può dare a chi non crede un particolare senso dell’umano, un senso che vuole superare i ristretti margini della miseria umana. Anche ora, nel 2014 dopo Cristo, tutti nasciamo e tutti moriamo, e sono tanti che muoiono vittime di soprusi, a tutti è rivolta una speranza: migliorare l’umano, proteggere la terra creata da Dio o dalla natura, bandire la violenza, essere custodi di libertà, giustizia e pietà.
Buon Natale
francesco zaffuto

presepe siciliano con agrumi, frutti d'inverno della Sicilia

venerdì 12 dicembre 2014

Patteggiamento e banditi di Roma

L’Istituto giuridico del patteggiamento: lo sconto di un terzo della pena per chi ammette di essere un ladro, e il 100% di severità per chi si dichiara innocente …