Home page - Questo blog si è trasferito su Crisi dopo la crisi http://crisidopolacrisi.blogspot.it/ resta ancora provvisoriamente aperto per notizie e collegamenti ad altri blog

martedì 31 marzo 2015

Le Vare di Caltanissetta

Caltanissetta, processione delle Vare: Giovedì 2 aprile 2015, dalla sera, per tutta la notte e fino alle prime luci dell’alba. E’ una processione religiosa ed anche una mostra all’aperto di opere d’arte.

giovedì 26 marzo 2015

Incidente aereo e nuvole dall’alto

 Ci sono già stati un paio di incidenti con scomparsa delle vittime nell’oceano, ma l’incidente dell'Airbus A320 in volo sulla tratta Barcellona-Dusseldorf, con le sue 150 vittime lacerate nello scontro con una montagna, lascia un segno molto più forte. 

venerdì 20 marzo 2015

I Turisti, la Tunisia e la Pace

In giro un po’ sudati, con la macchina fotografica a tracolla, a volte criticati per alcuni aspetti consumistici, per l’essere superficiali o per l’eccesso di attenzione verso ruderi cadenti, eppure i turisti sono il simbolo della Pace.  Il loro passeggiare per il mondo ci mostra un mondo che vuole dimenticare la guerra, che vuole la pace e che può realizzare la pace.
I tunisini possono vantare una tradizione di ospitalità e chi ha ucciso i turisti ha voluto colpire i tunisini nel senso della fratellanza, generare inimicizia e guerra.
Uccidere un turista é uccidere l’ospitalità, la fratellanza, e la Pace.


Immagine: una famigliola di turisti a spasso (da internet)

domenica 8 marzo 2015

8 marzo 2015

8 marzo 2015: fino ad ora abbiamo avuto il maschio progresso e la femmina guerra,
aspettiamo le donne pace e speranza
http://cronachedicolori.blogspot.it/

venerdì 6 marzo 2015

Una lettera per Raif

Care e cari membri di Avaaz,

hanno frustato mio marito pubblicamente, mani e piedi legati, il volto contorto dal dolore. Il solo ricordo è insopportabile. E non gli è bastato, ora pare che lo vogliano addirittura uccidere. Ma potete aiutarmi a salvarlo.

Mi chiamo Ensaf Haidar. L’anno scorso l’Arabia Saudita ha condannato mio marito Raif a 10 anni di prigione e 1000 frustate per aver “insultato l’Islam”. Quello che ha fatto è stato semplicemente aver espresso le sue ideee sul suo blog. Raif è un uomo buono, un padre affettuoso. Ci manca, e ora io e le nostre tre bambine temiamo per la sua vita. 

Ma ora la Germiania potrebbe aiutarci a liberarlo: tra 48 ore il Ministro dell’Economia sarà in Arabia: se userà la sua influenza per difendere i diritti di Raif, può convincere i leader sauditi a ripensare la pena.

Ho chiesto di personaal Ministro di aiutarci. Ma la mia voce da sola non basta. Per questo vi chiedo di aiutarmi a farlo diventare un appello mondiale per la liberazione di Raif. Unitevi a me e condividete questo appello con tutti:

https://secure.avaaz.org/it/free_raif_badawi_loc/?tCfjVab

Pochi anni fa Raif ha creato il blog “Liberali dell’Arabia Saudita”. Voleva scrivere di politica e religione, affrontare i problemi della società e della politica. Ma secondo il sistema giuridico saudita ha offeso l’Islam, un’accusa che prevede pene durissime. La condanna di Raif non ha colpito solo lui: la sua flagellazione pubblica è un avvertimento molto chiaro a chiunque vuole esprimere le proprie idee. 

Io e Raif ci siamo conosciuti 15 anni fa. Due anni dopo ci siamo sposati, poco dopo abbiamo avuto la nostra prima bambina. Quando sono iniziati i problemi con la giustizia nel 2008, ci ha chiesto di lasciare il Paese: siamo andate in Egitto, poi in Libano e ora siamo in Canada, dove ci è stato dato asilo politico. Ma ora non sopportiamo più di essere lontane senza poter fare niente, vogliamo che Raif torni da noi! 

Tante persone nel nostro Paese chiedono oggi delle riforme, e l’attenzione internazionale per l’appello per Raif sta crescendo. Il Ministro tedesco, Sigmar Gabriel, ha detto che parlerà anche di diritti umani durante la sua visita. Vi chiedo di unirvi al mio appello: abbiamo una possibilità di liberare mio marito: 

https://secure.avaaz.org/it/free_raif_badawi_loc/?tCfjVab

Vi ringrazio infinitamente, 

Ensaf, insieme a tutto il team di Avaaz

Per maggiori informazioni: 

Raif Badawi: dopo le frustrate, il blogger saudita ora rischia la pena di morte. L'appello lanciato dalla moglie (Huffington Post)
http://www.huffingtonpost.it/2015/03/01/raif-badawi_n_6779034.html

Arabia Saudita, 10 anni di prigione e mille frustate a un blogger. "Liberatelo!" (Redattore sociale)
http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/478543/Arabia-Saudita-10-anni-di-prigione-e-mille-frustate-a-un-blogger-Liberatelo

Je suis Raif, l'Europa chiede la libertà per il blogger saudita condannato a 1000 frustate (Tiscali cronaca)
http://notizie.tiscali.it/articoli/cronaca/15/02/20/raif-liberta-blogger-saudita.html

Arabia Saudita, il buco nero dei diritti umani tra decapitazioni e frustate «Stessi metodi del Califfato» (Corriere Sociale)
http://sociale.corriere.it/arabia-saudita-il-buco-nero-dei-diritti-umani-tra-decapitazioni-e-frustate-stessi-metodi-del-califfato/

Non una frustata di più. Libertà per Raif Badawi e per gli altri prigionieri di coscienza. A Roma, l'ottavo giovedì di fronte all'Ambasciata dell'Arabia Saudita (Amnesty International)
http://sociale.corriere.it/arabia-saudita-il-buco-nero-dei-diritti-umani-tra-decapitazioni-e-frustat...

martedì 3 marzo 2015

Che c'azzecca Presidente!?

Che c'azzecca Presidente!?
"E' abbastanza sorprendente: se facciamo da soli siamo 'dittatorelli', se facciamo i decreti siamo antidemocratici, se facciamo i ddl non siamo abbastanza spediti, siamo in ritardo. Si tratta di un dialogo surreale. Diamoci pace e troviamo una via di mezzo". Sulla scuola il governo ha ascoltato i cittadini e ora non compie "nessun passo indietro: stiamo semplicemente mostrando di essere i più trasparenti e pronti al confronto possibile", aggiunge.
"Ci sono le condizioni perché il Parlamento possa legiferare, in tempo non sufficiente ma non biblico, possa legiferare senza la necessità di strumenti di urgenza", ha detto Renzi: "Passiamo la palla al Parlamento", ha aggiunto. "Il confronto sia sereno", ma sapendo che "l'ostruzionismo" bloccherebbe le assunzioni. (da Ansa)
Che c'azzecca Presidente!
Una cosa è l''assunzione di precari che aspettano (alcuni da più di un decennio) che si può fare per Decreto e un'altra cosa è la riforma delle carriere dei docenti, e tutto il resto delle chiacchiere sulla buona scuola che necessitano di un intervento del Parlamento visto che la scuola è materia della Costituzione di questa Repubblica. Intanto va salvato quel poco di buono che già esiste nella scuola,

lunedì 2 marzo 2015

Decreto su carriera insegnanti è atto prepotenza, intervenga Mattarella

L´appello del coordinatore Nazionale, Rino Di Meglio, di fronte alle voci e anticipazioni sul decreto al varo del prossimo Consiglio dei Ministri


domenica 1 marzo 2015

Corrono voci e anticipazioni, sempre più insistenti, circa l´intenzione del Governo di varare un corposo decreto legge, nel Consiglio dei Ministri di martedì prossimo, con il quale non solo si provvederebbe alla stabilizzazione dei docenti precari, privandoli peraltro del diritto contrattuale al riconoscimento dei servizi già prestati, ma si interverrebbe sullo stato giuridico e contrattuale degli insegnanti e sull´amministrazione delle scuole. 

Ad affermarlo è Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti.

Dopo aver accuratamente evitato il confronto con i sindacati, - prosegue Di Meglio - il Governo vuole ora anche spogliare il Parlamento della possibilità di discutere sul futuro della scuola e dei docenti italiani. L´articolo 77 della Costituzione parla chiaro, riservando i decreti del Governo a "casi straordinari di necessità e urgenza": sicuramente regolamentare la carriera degli insegnanti, la loro retribuzione e il loro stato giuridico non può rientrare nella previsione di necessità e urgenza.

"Lancio, a nome dei docenti italiani, un accorato appello al Capo dello Stato per un suo autorevole e urgente intervento che eviti questo atto di prepotenza sugli insegnanti e sulle istituzioni parlamentari. Inoltre - conclude il coordinatore nazionale della Gilda - esorto tutti gli insegnanti a mobilitarsi, rivolgendosi direttamente al Presidente della Repubblica e ai Presidenti di Camera e Senato".

Roma, 1 marzo 2015
Ufficio stampa Gilda degli Insegnanti

sabato 28 febbraio 2015

venerdì 20 febbraio 2015

Non era solo colpa della birra

Certo non usciva birra dalla fontana di Piazza di Spagna, e anche se fosse uscita birra era ingiustificabile quel comportamento. Un po’ di birra non può trasformare gli uomini in bestie. Gli olandesi sono uno tra i popoli più pacifici, se guardiamo alla Storia abbiamo .....

giovedì 19 febbraio 2015

Palestina e politici italiani

Ma è possibile che siamo più filoisraeliani degli inglesi?
Negli ultimi mesi lo Stato della Palestina è stato riconosciuto da Gran Bretagna, Francia, Spagna, Belgio, Danimarca, Irlanda e Portogallo. Persino il Parlamento europeo ha detto di sostenere “il riconoscimento in linea di principio dello Stato di Palestina” sulla base dei confini del 1967.

giovedì 12 febbraio 2015

Lutto in mare, Triton ha tritato 330 anime

Lutto in mare, Triton ha tritato 330 anime
A “Triton” partecipano 29 paesi, ed è stata finanziata dall’Unione europea con 2,9 milioni di euro al mese: circa due terzi in meno di quanti erano destinati a Mare Nostrum. A differenza di “Mare Nostrum”, inoltre, “Triton” prevede il controllo delle acque internazionali solamente fino a 30 miglia dalle coste italiane: il suo scopo principale è il controllo della frontiera e non il soccorso.

domenica 1 febbraio 2015

vecchi travet

50 anni l’Età media degli impiegati della Pubblica amministrazione, solo un 3% di giovani (la maggior parte impiegata nell’esercito) per il resto tutti vecchi.  http://creapaneelavoro.blogspot.it/2015/02/50-anni-eta-media-nella-pubblica.html

mercoledì 28 gennaio 2015