martedì 30 aprile 2013

buon primo maggio .... se ci resta il fiato per dirlo

buon primo maggio ... se ci resta il fiato per dirlo
buon primo maggio

per il resto vi rimando al post che sta sotto su una necessaria legge che impedisca la disperazione nella disoccupazione
e ad
una poesia (o forse solo un'amarezza) che sta a questo link
http://arpaeolica.blogspot.it/2013/04/1-maggio-2013-aspettando-il-lavoro.html

immagine - descrizione per disabili della vista -  su un piccolo foglietto di carta a quadretti, disegnata a biro, una ruota dentata e un uomo avvolto a tale ruota, nudo, senza sesso,  ma con in bocca un fiore rosso. 

lunedì 29 aprile 2013

A partire dal 1 maggio 2013


 Ai fini dell’applicazione dell’art. 1 della Costituzione italiana sono istituite presso i centri di impiego regionali e provinciali le liste di collocamento al lavoro con carattere obbligatorio e pubblico.

Ogni cittadino in condizione di disoccupazione e che cerca con urgenza un’occupazione può iscriversi a seconda delle sue capacità professionali alle liste di collocamento e come minimo a tre tipologie di mansioni.

Tutte le ditte private che assumono sono obbligate ad assumere tramite le liste di collocamento pubbliche per almeno il 70% delle assunzioni, sia per le assunzioni a tempo indeterminato e sia per le assunzioni a tempo determinato. Tutti gli organismi pubblici sono obbligati ad assumere tramite dette liste per il 100% delle assunzioni a tempo indeterminato e determinato, tranne per i posti soggetti a concorso pubblico.

 Tutte le ditte private che dimostrano di assumere per il 70% tramite le liste di collocamento pubbliche potranno detrarre gli emolumenti corrisposti a questi lavoratori dalla base imponibile IRAP.

Le assunzione avverranno sulla base delle seguenti priorità: carichi di famiglia e precedenza per maggior tempo di attesa in collocamento.

 Durante il tempo di attesa verrà riconosciuta una indennità di disponibilità al lavoro di 20 euro al giorno a carico dello Stato  esente da ogni tassazione e tributo. Ai fini previdenziali e pensionistici i periodi di permanenza di iscrizione alle liste di collocamento sono riconosciuti come lavoro effettivo.

 Il centro di impiego comunicherà al lavoratore in disponibilità il primo lavoro disponibile e il lavoratore sarà obbligato a prendere servizio. La mancata presa di servizio viene a comportare la cancellazione dalle liste per mesi tre e la sospensione dell’indennità per lo stesso periodo.

 Durante il periodo di permanenza in disponibilità i Comuni possono utilizzare gli iscritti alle liste per lavori socialmente utili. In tal caso i comuni provvederanno a pagare al lavoratore altri 20 euro per l’effettiva utilizzazione giornaliera.

 Ai fini del finanziamento di questi dispositivi vengono sospese tutte le pensioni superiori a 5.000 euro netti mensili e tutti gli emolumenti pubblici non potranno superare tale riferimento; e in caso di mancata capienza si farà riferimento alla fiscalità ordinaria proporzionale e progressiva.

Firmato da
… al momento solo io … SE IN QUALCHE MODO CONDIVIDETE  RIPETETE QUESTO POST E FATELO ARRIVARE  A SINDACALISTI E POLITICI

29/04/13 Francesco Zaffuto

domenica 28 aprile 2013

problemi psichici


problemi psichici
http://www.lastampa.it/2013/04/28/italia/cronache/sparatoria-davanti-a-palazzo-chigi-ferito-un-carabiniere-fermato-l-autore-gVLJhtqUiVdX5SiLhEbmyO/pagina.html
non avere lavoro
tornare a casa dai genitori a 49 anni
senza donna e senza un lavoro
problemi psichici
sperare in un colpo di fortuna al gioco
perché ti dicono
che solo se vinci 
puoi sopravvivere
problemi psichici 
e non sai più cosa fai 
( correva gridando
“Sparatemi, sparatemi!”
e sparava )
Tempo addietro nella stessa piazza si era dato fuoco un 'altro con problemi psichici. (11/08/12)
http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/08/11/news/si_d_fuoco_davanti_montecitorio_italiano_in_gravi_condizioni-40759261/
e un altro dinanzi al Quirinale (18/10/12)
http://www.repubblica.it/cronaca/2012/10/18/news/uomo_si_d_fuoco_davanti_al_quirinale-44792312/
c'è chi giura 
per trovare un rimedio sociale ed economico
e non ha problemi psichici.
E che dire dei due poveri carabinieri,
di cui uno in gravissime condizioni,
che si sono trovati di fronte
a tale disperazione.

28/04/13 francesco zaffuto

Commissioni a Grillo ... a prescindere



Si disse che per fare funzionare le Commissioni parlamentari

non si poteva prescindere

dalla formazione del Governo

perché le presidenze di alcune commissioni delicate

come Copasir e Vigilanza Rai

dovevano essere assegnate all’opposizione.

Allora,  visto che la logica del

a prescindere

ha ritardato l’inizio dei lavori parlamentari

ora

va dato al M5S quello che gli spetta,

è indiscutibile che è la forza di opposizione

che rappresenta 8 milioni di voti.

28/04/13 – francesco zaffuto

Immagine la locandina dello spettacolo “A prescindere” di Totò

sabato 27 aprile 2013

varato il Governo dei Vicerè

Letta era il vice di Bersani
e
Alfano era il vice di Berlusconi
Ma mentre il "re" Bersani è caduto nella disgrazia grilliana
l'altro "Re" Berlusconi è ancora in piedi.
Certo il merito è anche del Presidente G. Napolitano.
ma il governo dei  Vicerè
difficilmente potrà pestare i piedi al "Re".
Certo sfogliando la lista dei ministri
ci sono tante novità,
ma ci sono anche tanti Problemi da risolvere
a cominciare da pane e lavoro.
Il 1° maggio il nuovo Governo ci sarà
occorre vedere
se possiamo festeggiare una festa del LAVORO

27/04/13 francesco zaffuto

ma dov’è il Bangladesh?


Ormai conosco ogni pelo dei capelli di Enrico Letta.

Voglio oggi chiedermi

dov’è il Bangladesh?

Da mercoledì

sappiamo ben poco (certo i nostri media erano tutti impegnati sui capelli di Letta)

eppure 300 o 400 persone sono rimaste intrappolate a Dacca nel crollo di un edificio che si sapeva che doveva cadere - forse 300 sono già morti

http://www.repubblica.it/esteri/2013/04/26/news/bangladesh_dacca_ancora_200_persone_sotto_macerie-57476013/

Stavano là, e molte di queste persone erano solo delle ragazzine

che lavoravano 12 ore al giorno

per un euro al giorno

Lavoravano a confezioni che vengono vendute in Europa come grandi marche e a caro prezzo. Si tratta di sfruttamento; ma sfruttare quelle povere ragazzine non sono certo i disoccupati europei, che sono disoccupati per lo stesso sfruttamento di quelle ragazzine. Come si chiama tutto ciò? Oggi non lo so, un tempo Marx lo chiamava capitalismo.

27/04/13 francesco zaffuto

Rincrescimenti


Per un giorno posso stare con il Brunetta

offeso dal Nobel

http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/articoli/1092498/fo-brunetta-seggiolino-per-giurare-da-ministro.shtml

Per tutti gli altri giorni dell’anno

sto con

i precari offesi da Brunetta

http://www.youtube.com/watch?v=9pFjw72v_lc

 http://www.youtube.com/watch?v=nWvAYdsgUfE

27/04/13 francesco zaffuto

Streaming 1 e 2


Il significato della parola Streaming

Streaming significava: vi facciamo vedere in diretta quanto siamo bravi, onesti, senza sotterfugi, tutto chiaro, evidente, senza macchia, senza inciucio, senza … senza

Il primo streaming

è quello tra Bersani e M5S

http://www.youtube.com/watch?v=FBftBmRaQ4M

Si poteva vedere un Bersani che tentava di fare qualcosa insieme a loro e un movimento 5 stelle con la tracotanza di chiudere a tutto anche a se stessi ...

Il secondo streaming

è quello tra Letta e M5S

http://www.youtube.com/watch?v=aVwOiE5E_eA

Si può vedere un Letta che gli chiede  solo di scongelarsi e un movimento 5 stelle che gli consegna balbettando timidamente una supplica …

E dire che alla fine di Febbraio in tanti italiani pensavamo di aver vinto,

vedevamo all’orizzonte  un governo Bersani – Vendola – Grillo

Oggi ci ritroviamo un Letta – Berlusconi – Monti

Streaming significa: in mutande.


27/04/13 francesco zaffuto

venerdì 26 aprile 2013

Una foto di Enrico Letta sorridente


Ecco l’uomo che intende realizzare la fusione a freddo dei contrari.

E’ lui?

Non è lui?

Potrebbe esserlo!?

Se si toglie gli occhiali.

Se evita di pensare a Grillo, a Berlusconi, a Bersani e a Renzi.

Può essere proprio lui nella parte del sagrestano del PDL.

Voglio essere John Malkovich,

non solo il nipote di Gianni Letta.

E se qualcuno non ci crede qui il trailer

http://www.filmtv.it/film/19168/essere-john-malkovich/trailer/921/

mercoledì 24 aprile 2013

Il 25 aprile 2013 dei disoccupati


Domani è il 25 aprile anniversario della liberazione

la liberazione fu possibile per la Resistenza

Domani è il 25 aprile

ma non c’è la liberazione

siamo occupati da un sistema finanziario

che ci soffoca.

Siamo occupati dall’ipocrisia

che ci soffoca.

Siamo occupati

da tutti quelli che pur stando bene

si lamentano.

Siamo resi sterili nel dolerci

del nostro dolore.

Dobbiamo addirittura resistere

al lamento dei nostri medici

resistere alle loro cure.

Siamo occupati

nel nostro essere disoccupati.

Ci hanno fatto credere che il lavoro

era tutto

per farci sentire inutili

abbattuti

mentre ci rubavano il pane.

Resistere

resistere

resistere

cercare la verità

rovistando

tra le macerie delle menzogne.

lunedì 22 aprile 2013

la mia veneranda età


 Napolitano è il nuovo presidente, pur con tutte le considerazioni politiche da fare, quella che mi assilla è una considerazione esistenziale sulla vecchiaia. 
Ho tre esempi davanti: un presidente di 88 anni che si prepara a un nuovo settennato e che considera indispensabile la sua presenza per risolvere i mali dell'Italia, anche se già i primi sette anni sono passati; un Papa che non si è considerato indispensabile e che si è messo da parte dicendo che la vecchiaia esiste ed era necessario un Papa più giovane per far fronte ai problemi della Chiesa; poi penso alla mia di vecchiaia ed ho paura perché ho solo 65 anni e di fronte all'età di 88 ci sta un tempo enorme;  eppure mi sento veramente vecchio e distrutto quando guardo mio figlio che non riesce a trovare un lavoro.

22/04/13 francesco zaffuto

Immagine fuori testo

Tartarughe da http://www.marotochi.it/sfondi.php?search=tartaruga

domenica 21 aprile 2013

gli ultimi concorsi pubblici

Un tempo, in questo paese,  si sfogliava il giornale dei concorsi per vedere se all’orizzonte ci stava qualche possibile impiego di Stato  alle poste, alle ferrovie, negli ospedali o all’ufficio delle entrate. Lo stato in qualche modo assumeva, non era tutto privatizzato ed affittato ad aziende esterne,  certo erano concorsi sempre super affollati ma in qualche modo c’erano e mantenevano una flebile speranza,  

 … ora … non più …  tutto è stato privatizzato

… tranne una possibilità d’impiego pubblico che ancora regge

LA GUERRA

ecco la lista degli ultimi grandi reclutamenti di Stato




immagine - Malevic - guerra

sabato 20 aprile 2013

Napolitano Presidente, Grillo è merito tuo


 Non ti lamentare Grillo è anche colpa tua. Subito dopo il risultato elettorale della fine di febbraio hai fatto rimbambire Bersani, lo hai indebolito al massimo, lo hai cacciato nelle mani di Berlusconi. Potevi tenere Bersani per quei pochi capelli che aveva in testa e fargli fare un governo con gran parte del tuo programma.  Non era in gioco Bersani in quanto tale,  era quel minimo di speranza che si era aperta per cambiare il paese.  Invece ha giocato alle belle statuine mute per trenta giorni.

 Quello che sta accadendo oggi è anche colpa tua. La stessa presentazione di Rodotà,  figura emerita di riferimento di tutta la sinistra,  non l’hai fatta fare alla sinistra,  non hai minimamente tentato di presentarla come una scelta comune insieme a SEL o a esponenti del PD, l’hai presentata come votata dal tuo WEB e non ci hai neanche dato il numeri dei voti. Le azioni determinano fatti, e queste tue azioni hanno determinato questi fatti; certo, vantati pure di un PD in crisi e in fase di scioglimento, ma sarebbe stata ben altra cosa se il PD si scioglieva di fronte a una votazione sulla TAV o sul Reddito minimo garantito, invece si sta sciogliendo di fronte alle mancate elezioni dei suoi bischeri e non è detto che si sciolga (tutt’altro).   SEI TU CHE HAI DETERMINATO QUESTA NUOVA  ELEZIONE DI NAPOLITANO,  CON IL TUO COMPORTAMENTO. Comincerà il periodo delle larghe intese, comincerà il periodo delle grandi riforme costituzionali (che probabilmente non si faranno), e intanto quelle quattro cose necessarie per i disoccupati e per le imprese in difficoltà diventeranno di secondo piano. Non so quanti voti perderai o quanti ne guadagnerai alla prossima tornata di elezioni, ma una cosa è certa:  si è persa una occasione storica per questo paese ed hai contribuito alla grande!

Altro che scendere a Roma a protestare, dovresti cominciare a protestare contro te stesso.

20/04/13 francesco zaffuto

Immagine di un grillo sicuramente innocente su una foglia

Una nota doverosa - il 23 Aprile - finito tutto - il blog di Grillo - bontà sua -  rende noti il numero dei voti delle Qurinarie del M5S - chi vuole può andare a leggerle a questo link

più del Papa

Vanno da Napolitano a chiedergli di restare.
Un Papa se se ne è potuto andare per vecchiaia
Un Presidente della Repubblica non se ne può andare 
perché il PD ha 101 traditori
perché non si può accettare Rodotà
e perché Berlusconi resta sempre là ...  

non l'ho detto io ma ...

Prelevato da un blog che offre consulenza fiscale per investimenti in Svizzera
http://svizzeras.blogspot.ch/


Perchè i Miliardari creano 

fondazioni benefiche?

Si sente spesso parlare di Miliardari che creano
fondazioni benefiche.
Vi siete mai domandati perchè lo fanno?
Perchè sono generosi. No.
Perchè è una stanno facendo
pianificazione fiscale.

Quando sentite parlare della fondazione di Bill Gates,
dove sono stati versati miliardi di dollari, 
ciò non vuol dire che Bill ha regalato
miliardi di dollari ai poveri.
Bill ha semplicemente spostato buona
parte del suo patrimonio
 in una forma giuridica tax-free, che
consentirà di poter non pagare tasse
 in modo del tutto legale.

Perchè pagate più tasse di quanto
la legge ci permette di fare?
Perchè nessuno vi ha spiegato
come fare probabilmente.

venerdì 19 aprile 2013

sotto 400

perbacco
Prodi non ce la fa
solo 395 voti
MA perché non votano Rodotà?
Come si fa a dire che Rodotà è il candidato di Grillo?
E' una persona che ha saputo camminare
a testa alta,
e questo, a quanto pare,  dà fastidio.
Rodotà ha anche firmato l'appello di Micromega
per applicare una legge dello Stato che esiste dal 1957
e che in base al suo dettato
Berlusconi sarebbe stato sempre inelegibile 
http://temi.repubblica.it/micromega-online/%E2%80%9Cberlusconi-ineleggibile%E2%80%9D-l%E2%80%99adesione-di-rodota-%E2%80%9Clho-sempre-sostenuto-da-tempi-non-sospetti%E2%80%9D-audio/
Certo per chi pensa che le leggi siano un optional 
Rodotà è difficile da digerire.

er mejo ...

Al momento Prodi per il PD è er mejo ...
e Rodotà er peggio ...
ma che vor dì'  ??
Rododotà fa troppo odore di sinistra?
Prodi ricorda l'ulivo!
Ma l'ulivo non seppe dialogare con la sinistra e cadde,
seppe fare cose "egregie",
ma tra quelle cose una raffica di privatizzazioni.

mercoledì 17 aprile 2013

Il nome

RODOTA' è un buon nome
l'essere il candidato inizialmente votato dal M5S
non sminuisce la sua persona
spiegasse il PD perché no

MabThera – Rituximab segnalazione di pericolo


La segnalazione l’ho appresa dalla pagina facebook di Sindrome di Stevens-Johnson . che riporta la nota informativa dell’AIFA AGENZIA ITALIANA del FARMACO.


L’Agenzia Italiana del Farmaco, in accordo con l’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA), rende disponibile on line nuove ed importanti informazioni sulla sicurezza dell'uso di MabThera (rituximab).
Sintesi:
·         Casi molto rari di reazioni cutanee gravi quali la Necrolisi Epidermica Tossica (NET) e la Sindrome di Stevens-Johnson sono stati segnalati in pazienti con malattie autoimmuni. Tra questi è compreso anche un caso di Necrolisi Epidermica Tossica (NET) con esito fatale.
·         Reazioni cutanee bollose gravi, compresi casi fatali di Necrolisi Epidermica Tossica (NET), sono state segnalate molto raramente in pazienti affetti da neoplasie ematologiche. Questa informazione è già compresa nel Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto di MabThera
·         In caso di comparsa di reazioni cutanee gravi, il trattamento con MabThera deve essere interrotto definitivamente.

Si tratta di eventi rari ma nella loro rarità accadono e sono terribili, avendone avuto una grave esperienza in famiglia sento doveroso diffondere questa segnalazione.

 Chi assume farmaci deve osservare le reazioni cutanee e se nota arrossamenti o formazione di bolle avvisare con urgenza il medico, la sospensione e i trattamenti urgenti possono scongiurare l’insorgenza delle due gravissime sindromi di Stevens-Johnson e Lyell.

17/04/13 francesco zaffuto

Immagine – un qualsiasi mucchio di pillole

martedì 16 aprile 2013

Ma che vor di’ …. ?


Concluse le Quirinarie di Grillo i risultati sono

1. Gabanelli Milena Jole
2. Strada Luigi detto Gino
3. Rodota' Stefano
4. Zagrebelsky Gustavo
5. Imposimato Ferdinando
6. Bonino Emma
7. Caselli Gian Carlo
8. Prodi Romano
9. Fo Dario

Da http://www.beppegrillo.it/2013/04/prima_gabanelli/index.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+beppegrillo%2Fatom+%28Blog+di+Beppe+Grillo%29

Come persone niente male, ma ora che vor di’ ….?

Che voterete la Gabanelli anche se magari non vuole?

Che voterete Strada anche se ha già detto che intende continuare a fare il suo lavoro di medico per la pace?

Che voterete solo la prima classificata Gabanelli e se si trova l’accordo per la Bonino non la votate?

Che alla fine troverete un accordo per Prodi, nonostante il terzo classificato sia Rodotà? Riuscirete a parlare con Bersani o diventa l'ottusa chiacchierata in streaming dell'altra volta?  

Ma insomma che vor di’ … ?

Che si espresso il popolo ????? Ma quale popolo ? Quello della annata 2012 M5S, buona l’annata per un vino.

Allora diciamo che è stata una normale consultazione di un Partito, e il solo fatto di essere su internet non è una gran cosa.

Ma non si dice il numero dei votanti e il numero dei voti ai candidati (che non erano certo candidati per loro volontà).

Ma che cos’è? E’ la nuova demoggrazia, ragasso ….

16/04/13 francesco zaffuto

(evito immagini)

Btp Italia - compenetrazione


I RISPARMIATORI ITALIANI DANNO FIDUCIA ALLO STATO

9 miliardi di adesioni al Btp Italia in un solo giorno.

In pratica i piccoli risparmiatori italiani hanno dato fiducia allo Stato.

Una fiducia per quattro anni nonostante tutto.

Si accontentano di un 2,25%

E vogliono solo stare a riparo dell’inflazione

E’ un segnale chiaro è importante e il Governo e le forze politiche dovrebbero prenderne atto.

ALLORA:

occorre limitare al massimo l’intermediazione bancaria in materia di emissione di Titoli dello Stato e rivolgersi a tutti i risparmiatori italiani, che spesso sono solo quei pensionati che cercano di mettere a riparo quella limitata liquidazione;  

occorre evitare o limitare al massimo l’emissione di quei titoli a 10 e 20 anni affidata ad aste dove acquistano le banche con tassi d’interesse in questo momento vicini al 4,5% (titoli che poi le banche stesse riversano sui mercati mondiali generando la febbre dello spread);

occorre ricondurre le banche a fare credito alle imprese al posto dell’attuale ruolo di strozzini dello Stato.

16/04/12 francesco zaffuto

Per la notizia

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2013-04-15/italia-partenza-sprint-unora-101412.shtml?uuid=AbkUOOnH

 

Compenetrazione – foto composizione © liborio mastrosimone http://libomast-digiart.blogspot.it/

Mostruosità quotidiane



Intervento di Antonio Pilato

E' ora di gridare basta e porre immediatamente
fine all'azione pericolosamente vessatoria di Equitalia.
Assolutamente bisogna gridare di porre subito fine
all'aggressione incondizionata, impetuosa e bestiale di Equitalia,
che indiscriminatamente e mostruosamente, come le forze mitologiche
Scilla e Cariddi, di omerica memoria , attacca , sbrana ,
impetuosamente i malcapitati, divenuti debitori dell'erario di Stato,
accresciuto anche dall'azione usuraia e vessatoria legalizzate.
Sentire quotidianamente il dramma dell'ingiustizia umana e quindi
l'angoscia dell'esistere, quando non sia riscattata dall'impegno
morale, diviene ancor più dolorosamente acuto sopportare il
comportamento patetico, retorico oltre che formale anche pratico dei
politici .
Da qui un senso di solitudine e di ribellione.
Mi riferisco alle ultime notizie del telegiornale sulle conseguenze
drammatiche della povera gente , che si spara , si impicca , ed un
altro gesto propositivo dell'altro ieri , fermato dal compiersi
all'ultimo momento , miracolosamente dalla anziana moglie dello
sventurato , che per l'indebitamento nell'intricato mondo dell'
attività commerciale, finita male, ed altri prima per la
contrazione delle ore lavorative e di conseguenza del salario prima
certo, e poi ridotto quasi all'elemosina, o per
l'impossibilità di far fronte alle improrogabili scadenze e
necessità alimentari familiari, o per meglio intendersi di cibo,
dovuto spesso al licenziamento coatto, ancor peggio in una età in cui
non è più possibile trovare un nuovo inserimento occupazionale, anche
a costo minimo, allora , si giunge , per la dignità spezzata di uomo
responsabile e onesto, davanti al vortice della solitudine, che non dà
altro scampo, specialmente se a tutte queste problematiche si aggiunge
il volto lugubre, la spinta cieca, irrazionale, bestiale, simile
all'attacco di uno squalo assetato, dell'Agenzia Equitalia, macchina
appositamente costruita mostruosa, senz'anima , scabra e priva di
minima giustificata “ pietas “, facendo riferimento alla sapienza
del “ mos maiorum” classico- umanistico, perseguitando il
malcapitato,ostinatamente con vessatoria e crescente minaccia da
strozzina statalizzata , non resta allora che scegliere la fine,
piuttosto che continuare a vedersi la straziante dignità calpestata ,
che per gli onesti lavoratori è la sola ricchezza naturale preziosa.
Ecco allora la molla del suicidio.
Simultaneamente, cambiando canale
o restando nello stesso , dopo l'emissione del messaggio funereo, si
mostrano i volti , dei soliti benestanti politici, sfacciatamente
gaudenti, panciuti di benessere, accuratamente truccati , impegnati
negli intricati interessi secolari della politica padronale e
dell'affare, altrettanto cinici , perché senz'anima. Nelle sedute
parlamentari poi si assiste a scene di pessimo gusto, irriguardose
e colorate di disprezzo reciproco , mani , dita , movimenti delle
braccia che mandano a quel paese , che anche nelle peggiori scuole e
numerose classi scolastiche di frontiera …neanche potenzialmente si
prospetta la copia.
Davanti alla notizia ormai quotidiana del dramma
umano esistenziale, che per mancanza di aiuto si conclude altrettanto
tragicamente nella solitudine psicologica e l'indifferenza spietata
, oserei dire anche animalesca di tutti i punti di riferimento
istituzionali , ( l'uomo è spesso peggiore dell'animale, perché a
differenza di quest'ultimo che ha solo l' istinto, ha in più la
ragione, ma non ne fa uso ) ho ragione di dire che si perde la fiducia
e la stima in questa democrazia , perché risulta solo apparente , non
vera.
Allora non è sbagliato non credere più alla politica , e
tanto meno a questi irriguardosi missionari della carriera politica.
Necessita seriamente, prontamente una nuova impostazione
strutturale del fare politica , adeguata ai bisogni e ai diritti
inalienabili del l' uomo, della persona e del cittadino non solo sulla
carta, come sono stati recentemente da qualche comico letti e
commentati, ma messi veramente in pratica e da tutti rispettati.

Pilato Antonio

 

(immagine “coercizione” fotocomposizione © liborio mastrosimone http://libomast1949.blogspot.com/)

lunedì 15 aprile 2013

Presidenti e presidenziali


Grillo si è ritirato

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/15/presidente-repubblica-secondo-turno-quirinarie-m5s-beppe-grillo-si-ritira/562613/

Anche io comunico che non sono disponibile alla carica di Presidente della Repubblica.

Ma che è questa baraonda!

Questo continuo a sciorinare nomi e sondaggi.

Chi volete che salvi la Patria?

Chi volete che porti il rinnovamento?

Ma non potete VOTARE.

VOTA il Parlamento a seduta comune.

Non deve eleggere il più simpaticone.

Deve eleggere una persona che in qualche modo riesca a mediare in questa baraonda politica, una persona almeno paziente, di buon senso e con una certa esperienza.

Non è una carica per il rinnovamento, è una carica di stabilità per la nostra Costituzione che viene spesso ignorata.

 E’ IL GOVERNO E IL PARLAMENTO CHE SONO OBBLIGATI AL RINNOVAMENTO E ALLE MISURE PIU’ URGENTI DA PRENDERE

PER IL LAVORO

Chi ha nicchiato sul governo ci risparmi la sceneggiate delle Quirinarie.

Al Grillo parlante …. ormai … preferisco Pinocchio

15/04/13 francesco zaffuto

Immagine – Pinocchio che con il suo naso lungo osserva il predicante Grillo dalle forme di Grillo

domenica 14 aprile 2013

Ma esistono i sindacati in Italia?


Ma esistono i sindacati in Italia?

Me lo chiedo da tempo e sono stato per tanti anni un sindacalista.

Se osservo il livello di disoccupazione e lo stato del welfare in Italia posso dire che i sindacati in Italia non esistono.

Non esistono liste di collocamento pubbliche.

Non esiste la possibilità di trovare un lavoro se non conosci un datore di lavoro direttamente.

Sei iscritto a Centri di impiego regionali che non servono a nulla.

Sei selezionato da Centri privati che si divertono a fare selezione ed accumulare curriculum.

Se aspetti da un anno puoi ancora restare ad aspettare per un altro anno e nessuno ti chiama.

Le liste di collocamento pubbliche sono state cancellate da governi di sinistra e il sindacato è stato in silenzio.

Non esiste una indennità di disoccupazione per chi non ha mai trovato lavoro.

Viene tollerato il lavoro nero più in nero della notte.

La disoccupazione c’era anche prima della crisi e non faceva tanto paura al sindacato e solo ora si pone un qualche problema timidamente, aspettando il Parlamento, aspettando il Governo, aspettando i Grilli, passando da qualche trasmissione di Santoro.

Si è spazzata via ogni regola pubblica che regolasse il collocamento, accettando il liberismo più sfrenato e senza un minimo di welfare.

Mi vergogno di essere stato un sindacalista.

Ho fatto per 20 anni il sindacalista nella scuola e il precariato è stato sempre quello meno tenuto in considerazione; per un pelo non sono state spazzate via le graduatorie provinciali per far luogo alle chiamate dirette fatte dai dirigenti scolastici.

Mi vergogno di essere stato un sindacalista, essere sindacalista significa cominciare da quelli che non hanno un lavoro.

Vorrei ricominciare da capo

Gridando

Lavorare tutti lavorare meno

14/04/13 francesco zaffuto